17 giugno 2015

Va in carcere il tunisino caduto dal 2° piano dell’Ospedale Maggiore di Modica

RadioRTM – Dimesso dall’ospedale e arrestato il 28enne tunisino che aveva tentato di fuggire dall’Ospedale Maggiore, lanciandosi dal secondo piano. L’extracomunitario era colpito da un provvedimento restrittivo, cosichè quando i medici del nosocomio, dove era piantonato, hanno disposto le dimissioni, per lui sono scattate le manette. Nella caduta, attutita da alcune piante, si era procurato la frattura del bacino e del setto nasale.

Insieme con altri connazionali era destinatario di provvedimento di espulsione dall’Italia nonostante avessero chiesto asilo politico. Per protesta si era prima cucito la bocca con ago e filo e poi aveva ingoiato una graffetta di ferro(gli sono stati estratti anche una lametta da barba e uno spillo tra esofago, stomaco e piccolo intestino). Per questo dal centro di accoglienza di Pozzallo era finito al “Maggiore”.