Da novembre 2015 a marzo 2017, Borderline Sicilia Onlus è l’associazione italiana partner del progetto transnazionale “Controversie nella Politica sulla Migrazione – la concessione della protezione contro la salvaguardia dei confini” (KideM), promosso dall’Unione Europea nell’ambito del programma “Europa per Cittadini” dell’agenzia EACEA (Education, Audiovisual & Culture Executive Agency).

La controversia nella politica migratoria europea sul tema del cosiddetto “ingresso illegale” mostra un fondamentale conflitto tra i valori europei: la ricerca per la protezione dalle persecuzioni incontra confini che rendono praticamente impossibile l’accesso alle diverse procedure di tutela ed asilo.

Borderline Sicilia insieme con borderline-europe (Germania), Asyl in Not (Austria) e Dictio (Grecia), ha lavorato al progetto di ricerca e di organizzazione di eventi pubblici, durante i quali sono stati esaminati questi conflitti nei singoli paesi. Il progetto ha portato alla stesura del report “Criminalization of aid and escape aid”, disponibile insieme ad altri approfondimenti sul sito www.criming.wordpress.com.

Articoli del progetto