10 ottobre 2019

Newsletter BORDERLINE SICILIA – Settembre 2019

  • Tra la Libia e l’Italia, storie di abusi
  • Il limbo degli hotspot e le pratiche di ricollocamento

TRA L’ITALIA E LA LIBIA, STORIE DI ABUSI

Anche l’estate 2019 si è caratterizzata per la guerra ai soccorsi in mare e per le morti che continuano ad insanguinare il Mediterraneo, in un contesto di totale continuità tra i governi che si susseguono.

https://www.borderlinesicilia.org/europa-frontiera-sud-unaltra-estate-di-morti-in-mare-e-diritti-calpestati/

https://www.borderlinesicilia.org/la-storia-di-salifu-dallinferno-libico-a-un-presente-di-sfruttamento-in-italia/

IL LIMBO DEGLI HOTSPOT E LE PRATICHE DI RICOLLOCAMENTO

Mentre si festeggia come un successo  il raggiungimento degli accordi di Malta, che andrebbero a regolare la ridistribuzione dei richiedenti asilo all’interno dei paesi europei in maniera automatica, la situazione all’interno degli hotspot siciliani continua a peggiorare.

Tempi di attesa lunghissimi per le ridistribuzioni (fino a più di tre mesi), mancanza di assistenza medica e psicologica, mancata informativa legale, inesistenza di mediatori. Queste sono solo alcune delle criticità segnalate all’interno degli hotspot.

https://www.borderlinesicilia.org/dalla-libia-al-limbo-degli-hotspot-il-destino-dei-richiedenti-asilo-soggetti-alle-procedure-di-ridistribuzione/

https://www.borderlinesicilia.org/migranti-lampedusa-trasferimenti-per-evitare-sovraffollamento-hotspot/

https://www.borderlinesicilia.org/il-confine-lampedusa-prassi-illegittime-indifferenza-e-resistenza/

Print Friendly, PDF & Email