28 maggio 2014

IO STO CON LA SPOSA: il documentario italiano più atteso del 2014

di Antonio Augugliaro ,Gabriele Del Grande e
Khaled SolimanAl Nassiry.
Una storia fantastica eppure dannatamente vera. Un coraggioso
atto didisobbedienza civile che farà molto parlare di sé.
Guarda il trailer

Cinque palestinesi e siriani in fuga dalla guerra si travestono dai
personaggi di un finto matrimonio,e insieme ai loro speciali
contrabbandieri, tentano di attraversare l’Europa senza documenti
perandare a chiedere asilo politico in Svezia. Un’emozionante
avventura realmente accaduta sullastrada da Milano a Stoccolma
tra il 14 e il 18 novembre 2013.
Grazieal tuo contributo, oggi può diventare un film documentario!

FOR ENGLISH PRESS HERE

La guerra in casa
Da quando la guerra ci era entrata in casa, non parlavamo d’altro. Delle migliaia di persone
in fugadalla guerra in Siria che arrivavano ogni giorno a Milano direttamente da Lampedusa.
Spesso liospitavamo a casa prima che ripartissero con i contrabbandieri per la Svezia.
Volevamo aiutarli,ma non sapevamo come. Finché un giorno ci siamo chiesti “Perché
non facciamo un matrimonio?Chi fermerebbe mai un matrimonio?”.
Quando lo abbiamo proposto ad Abdallah, Manar, Alaa,Mona, Ahmed e Tasnim
era già troppo tardi per ripensarci. Perché quandotrovi dei complici ai tuoi
sogni, non puoi più tirarti indietro.

Disobbedire
Al momento dell’uscitadel film, noi registipotremmo esserecondannati fino a 15 anni
di carcere perfavoreggiamento dell’immigrazione clandestina.Ma siamo pronti a correre
il rischio. Perché è arrivatoil tempo di disobbedire adelle leggi che negli ultimi
vent’anni hanno causatopiù di 20mila morti infrontiera nel Mediterraneo. Viaggiare
non è un crimine. Criminale è chiudere gliocchi di fronte ai morti diviaggio e alla guerra.
E come noi lapensano migliaia dipersone. Le stesse a cui chiediamo di sostenerequesto film.

PRODOTTO DAL BASSO
È un rischio folle quello che ci stiamo prendendo. Ma vogliamo credere che esista una comunità
di persone, in Europa e nel Mediterraneo, che come noi sognano che un giorno questo mare
smetta di ingoiare le vite dei suoi viaggiatori e torni ad essere un mare di pace, un mare dove
tutti siano liberi di viaggiare, e dove nessuno divida più gli uomini e le donne in legali e illegali.
Se anche tu condividi questo sogno, diventa un produttore dal basso di IO STO CON LA SPOSA.
Dona ora!

Print Friendly, PDF & Email