13 luglio 2017

Catania: La Feltrinelli presenta “Welcome to Italy”, guida pratica per i migranti

Una guida pratica per migranti. “Welcome to Italy” è l’iniziativa che laFeltrinelli di Catania presenta venerdì 14 Luglio, alle 18:00, alla libreria di via Etnea 285.
La presentazione è affidata a Lucia Borghi (Borderline Sicilia Onlus), Davide Carnemolla (Welcome to Europe) e Alfonso di Stefano (Rete Antirazzista di Catania).
Welcome to Italy é la guida per migranti redatta dagli attivisti della rete non-governativa Euro-Africana Welcome to Europe che, dal 2009, offre supporto diretto a migranti e rifugiati in Africa del Nord e Europa.
Stampata per la prima volta nel 2016 in 3000 copie e  in cinque lingue – arabo, inglese, italiano, farsi e francese – Welcome to Italy è oggi molto richiesta da parte delle associazioni sul territorio e vuole essere una ‘compagna di viaggio’ per tutti i migranti arrivati in Italia.
È strutturata in otto capitoli e contiene indicazioni sui diritti e le procedure da osservare sul territorio italiano, nonché un mini-dizionario lessicale e visuale.
Si basa su due capisaldi: la libertà di movimento e il principio di autodeterminazione. Offre, quindi,  numerose informazioni e contatti utili in tutta Italia mettendo sempre al centro i diritti umani dei migranti e le scelte che vorranno compiere per rendere migliore il loro futuro.
Lo scorso aprile, Welcome to Italy è stata ristampata e diffusa in tutto il nostro Paese in 20.000 copie grazie al Gruppo Feltrinelli e all’associazione ‘Il razzismo è una brutta storia’ nell’ambito dell’iniziativa “Insieme senza muri” che, dal 12 al 20 maggio (data, quest’ultima, di una marcia di solidarietà svoltasi a Milano), ha visto, nelle Feltrinelli di diverse città, la realizzazione di un ricco palinsesto di eventi sul senso dell’accoglienza.
Gli ospiti
Lucia Borghi ha studiato Scienze dell’Educazione ed Antropologia. Dal luglio 2014, collabora con l’associazione Borderline Sicilia Onlus, occupandosi del monitoraggio delle prassi di accoglienza, detenzione e soggiorno dei migranti nella Sicilia Sud Orientale. Sempre con Borderline Sicilia ha partecipato a diverse ricerche tra cui il progetto transnazionale “Controversie nella politica della migrazione – La concessione della protezione contro la salvaguardia dei confini”(KideM), che ha portato alla pubblicazione del report “Criminalization of aid and escape aid”.
Davide Carnemolla, nato a Catania e residente a Venezia, è laureato in Scienze Politiche e Antropologia. Attualmente lavora come insegnante di lingua italiana per cittadini immigrati e come educatore nelle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio veneziano. Come membro della rete euro-africana Welcome to Europe e dell’associazione veneziana SOS Diritti è da anni impegnato in attività di promozione dei Diritti Umani, di contrasto alle discriminazioni e nel supporto diretto ai migranti.
Alfonso Di Stefano da anni è portavoce della Rete Antirazzista Catanese, nodo cittadino della vecchia Rete Antirazzista Sicilia costituitasi nel 2004, in seguito allo sbarco dei trentasette sudanesi dalla nave  della ONG Cap Anamur. La Rete si occupa da anni della campagna per la chiusura del Cara di Mineo, di lotta al caporalato, di denuncia delle violazioni dei diritti dei/lle migranti dagli sbarchi al transito in stazione; dall’aprile 2016, anche grazie alla collaborazione con CarovaneMigranti, ha lanciato una campagna euro mediterranea contro Frontex e di Solidarietà alle ONG delle navi umanitarie, ingiustamente criminalizzate.